Post in evidenza

Mi presento!

Ciao a tutti e benvenuti nel mio blog! Quali che siano le circostanze che vi hanno condotti qui, spero vi troverete bene! ^^   Per il p...

mercoledì 16 marzo 2016

Chikakute Tooi


Koichiro e Yuu (è quello
con gli occhiali)
Chikakute Tooi ("Vicini e Lontani") è un manga scritto e illustrato da Neneko Narazaki a partire dal 2009. Serializzato sulla rivista Gush, è poi stato raccolto in un unico tankobon autoconclusivo. In Italia è inedito.
 
TRAMA: Yuu, Koichiro, Natsume e Shino sono compagni di classe. Koichiro e Yuu sono amici d'infanzia e il primo si è sempre preso cura del secondo, che però, adesso che sono cresciuti, ha paura che l'altro lo abbandoni; Natsume e Shino invece sono scopamici e stanno benissimo così... oppure no?
Chiude il volume la oneshot Lievi Sussurri.
 

IL MIO VOTO =

Autoritratto dell'autrice
 
(attenzione ai possibili spoiler)
 
Neneko Narazaki è un'autrice piuttosto prolifica e in attività già da una decina di anni, esclusivamente nel campo yaoi. Le sue storie sono semplici e scorrevoli, mai tragiche (il lieto fine è assicurato) ed esplicite il giusto, né troppo né poco; tende a comporre raccolte di oneshots più che concentrarsi su una storia unitaria, e anche Chikakute Tooi rientra nella categoria anche se i quattro personaggi si conoscono tra loro (ma c'è in più una storia a parte completamente diversa). Il suo tratto è semplice ma pulito, anche se secondo me i vari personaggi sono sempre piuttosto simili tra loro, non solo in questa storia ma in generale.
A me la Narazaki piace abbastanza come mangaka: non rientra certo tra le mie preferite, ma si lascia leggere bene. Chikakute Tooi è una delle storie che preferisco della sua produzione, anche se ammetto che il mio voto è così alto soprattutto grazie all'ultima oneshots, Lievi Sussurri, davvero una delle più belle che abbia mai letto.

dal basso,
Shino e Natsume
La storia è ambientata nel Periodo Edo e ha come protagonisti due uomini di nome Yashichi e Yuugiri: il primo è un artista di Ukiyo-e, il secondo un prostituto (non sono sicura che esista la parola al maschile, ma prostituta-uomo mi sembrava veramente orribile!). Yashichi viene incaricato di fare un ritratto di Yuugiri, l'impiegato più famoso del bordello in cui lavora e dove è stato venduto giovanissimo dalla propria famiglia, troppo numerosa per occuparsi anche di lui. Malgrado le dure condizioni di vita, Yuugiri è un uomo gentile e aggraziato, ammirato sia dagli uomini che dalle donne, e Yashichi s'invaghisce di lui... venendone presto ricambiato. Come fare però con il debito che lega Yuugiri al bordello?

Yuugiri (in alto)
e Yashichi (in basso)
 
La storia è molto dolce e delicata, con qualche momento di tensione ma senza mai sconfinare nell'angst vero e proprio (cosa comune nei manga della Narazaki, come detto), ed è la mia preferita di tutto il manga. Anche le altre due che la compongono comunque non sono male. Mentre la prima, quella che si svolge tra Yuu e Koichiro, è molto casta, la seconda che narra di Natsume e Shino è molto più spinta, come del resto faceva presagire la trama. In entrambe il "problema" è la solita incomprensione, un classico del genere yaoi, che non consente ai protagonisti di esprimersi liberamente l'uno con l'altro, e ci vorrà un po' prima che superino questo scoglio.
 
In conclusione Chikakute Tooi è senz'altro un manga consigliato, anche solo per l'ultima oneshot che merita davvero.

2 commenti:

  1. Me lo segno per quando mi andrà di leggere qualcosa di fluffoso :3 il disegno non sembra male e anche un po' diverso dal solito caffè XD

    RispondiElimina
  2. Io l'ho trovato molto carino, e in effetti è anche fluffoso~!

    RispondiElimina