Teahouse - web comic

I protagonisti principali di TEAHOUSE, da sinistra:
Reed, Xanthe, Rhys, Axis, Rory e Linneus
Visto che oltre a tutto il resto leggo anche diverse web comics che rientrano nel genere yaoi, ho deciso di inserire anche questa categoria tra le mie recensioni. ;)
Questa in particolare è una delle prime in cui mi sono imbattuta e si tratta di un web comic (ossia un fumetto pubblicato a puntate su internet, a lettura gratuita) creato da due autrici, le Emirain – note anche come E. (Emi, la disegnatrice) e CC. (Rain, la sceneggiatrice e coloritrice). Essendo un fumetto occidentale, va ovviamente letto da sinistra verso destra.

(tutte le immagini sono state prese dal sito e appartengono alle autrici / attenzione agli spoiler)


Cominciamo dalla storia. La Teahouse del titolo è un bordello che fa da teatro all’intera vicenda, ambientata intorno alla seconda metà dell’800 nell’immaginario regno di Ivore, e che ruota attorno a svariati personaggi; sono veramente tanti, per cui, anziché stilare un noioso elenco, vi rimando direttamente alla scheda del sito. La trama si divide essenzialmente in tre correnti distinte – ma sempre unite dalla stessa location – riguardanti ciascuna una coppia di personaggi per volta: la prima ha per protagonisti Atros e Linneus, che possiamo considerare la coppia principale della storia.

Xanthe Atros (questo il suo nome completo) è il proprietario del bordello mentre Linneus è uno dei suoi impiegati... ma ovviamente c’è molto più di questo: i due si conoscono fin da bambini e sono innamorati l’uno dell’altro, ma a causa di tutte le convenzioni sociali dell’epoca – dato il suo lignaggio Atros è tenuto a sposarsi e a tramandare il nome della famiglia, e chiaramente non può farlo con un altro uomo – il loro è un amore impossibile.

Axis e Rhys durante uno dei loro
roventi incontri~!
La seconda coppia è formata da Axis e Rhys. Axis è un altro dei "lavoratori" della Teahouse, un uomo attraente e vistoso – è pieno di tatuaggi – che ama il sesso in tutte le sue forme, non disdegnando né donne né uomini; quest’ultima inclinazione però la scoprirà solo dopo essere stato con Rhys... e sarà un incontro davvero sconvolgente per entrambi. Naturalmente anche in questo caso sorgeranno diverse complicazioni, legate soprattutto al fatto che Rhys è l’erede al trono, cosa che Axis ignorerà per lungo tempo.

La terza coppia è formata da Reed e Rory. Reed è un nobiluomo amico di Rhys mentre Rory è l’ultimo acquisto del bordello, un timido ragazzo dai capelli rossi che verrà scelto da Reed per il suo piacere esclusivo; all’inizio Rory è molto intimorito da lui, ma col tempo svilupperà un forte sentimento per l’uomo.

IL MIO VOTO =
 
Bella, Reed... battuta ideale
per rompere il ghiaccio.
In generale Teahouse è un buon prodotto, che in effetti mi ha subito conquistata: lo stile della disegnatrice è molto curato e particolareggiato – la cosa è evidente soprattutto nelle scene degli interni del bordello, ricchissimi di particolari – e la trama è incalzante e coinvolgente... almeno all’inizio. Perché devo dire che col passare del tempo perde progressivamente un pò del suo ritmo, e questo secondo me è da imputare principalmente al fatto che le due autrici abbiano messo troppa carne al fuoco, soprattutto per quanto riguarda i personaggi: sono decisamente troppi e troppi di loro non vengono ben delineati, compaiono giusto in qualche pannello per poi venire completamente accantonati – cito giusto Yvette, la moglie di Atros, ma ce ne sono altri.
Altra pecca, i soliti cliché yaoi in cui inciampa il fumetto, primo su tutti la rappresentazione di personaggi troppo femminilizzati – e Linneus ne è l’esempio più lampante. Insomma, a causa di tutto ciò il mio interesse è andato via via scemando senza però scomparire del tutto; ho continuato a seguire il fumetto con piacere anche perché ormai ero molto curiosa di vedere come si sarebbe conclusa la vicenda. Purtoppo però, appena una manciata di giorni fa, la doccia fredda: con un comunicato sul sito le autrici hanno informato i lettori che la Teahouse chiude i battenti. Niente più disegni, ci saranno solo dei sommari scritti con la conclusione della storia di ciascuna delle tre coppie, così come le autrici le avevano pensate...
 
Come ti capisco, Jack...!
 
Confesso che questa decisione mi ha parecchio delusa. Lungi da me il considerare il loro lavoro una passeggiata o sminuire i problemi che dicono le hanno portate all’interruzione, però... dai, non si fa così. È già tanto che ci daranno un finale, su questo non ci piove, però non mi sembra una scelta molto professionale.
A parte questo, Teahouse resta un fumetto che si fa leggere agevolmente – se si riesce a soprassedere sul finale “non disegnato”, beninteso. Se volete leggerlo, questo è il SITO dove lo trovate in lingua originale, altrimenti potete trovarlo in italiano QUI.

Commenti

  1. Come webcomics seguo davvero poco.. solo starfighter in pratica xD
    Di questo ho visto diversi banner pubblicitari e avevo dato un'occhiata al sito. Avevo fiutato fin dall'inizio i difetti di cui hai parlato, quindi non l'ho cominciato. Questa storia del finale di certo non aiuta...ma magari ci ritorno quando ho un po' di tempo e voglia di leggere qualcosa di leggero :)

    RispondiElimina
  2. Anche Starfighter è molto carino! ^^
    Eh in effetti è un vero peccato, era partito così bene... Hanno già pubblicato i primi sommari, li ho letti ma... non è proprio la stessa cosa. ><

    RispondiElimina

Posta un commento

Un commento è sempre gradito! ;)

Post popolari in questo blog

Possession - Rovina (un romanzo della Obsession Saga)

Liebster award 2017

YataMomo