Honto Yajuu

da sinistra, i protagonisti
Tomoharu e Aki
Honto Yajuu (“Una vera bestia” in italiano) è un manga scritto e illustrato da Kotetsuko Yamamoto a partire dal 2008, inizialmente serializzato sulla rivista GUSH e poi raccolto in tankobon: attualmente ne sono usciti 7 volumi ed è ancora in corso in Giappone, mentre è inedito in Italia.

TRAMA: Tomoharu Ueda è un poliziotto gentile e altruista che conduce una vita molto tranquilla: si dedica con passione al suo lavoro ed è amato e rispettato da tutti gli abitanti del quartiere. Una sera, dopo aver sventato una rapina, conosce Aki Gotouda, un attraente ragazzo il quale, senza troppi giri di parole, dichiara di essersi innamorato di lui. Il fatto che Tomoharu sia un rappresentante della legge mentre Aki si trovi agli estremi opposti – la sua famiglia infatti appartiene alla Yakuza – non sembra turbarlo minimamente; Tomoharu invece qualche dubbio se lo pone, ma è davvero difficile per lui resistere al fascino di Aki...!

IL MIO VOTO =

(attenzione ai possibili spoiler!)

Kotetsuko Yamamoto è nata nella prefettura di Osaka, dove tuttora risiede, il 4 gennaio sotto il segno del Capricorno. Autrice molto prolifica, il suo genere prediletto è soprattutto lo yaoi (ha disegnato anche alcune doujinshi ispirate al manga Kuroko no Basket) anche se non disdegna qualche incursione occasionale in generi completamente diversi come l’horror – con ottimi risultati, a mio parere. Nemmeno di lei si hanno foto ufficiali, ma chi è riuscito a vederla dal vivo la descrive come un’adorabile signora molto alla moda sulla quarantina, con i capelli mossi, il viso rotondo e il sorriso contagioso.
La Yamamoto è un’altra delle mie mangaka preferite. Honto Yajuu è stato uno dei primi suoi manga a cui mi sono approcciata ma devo confessare che di primo acchitto non mi è piaciuto, tanto da indurmi ad abbandonare la lettura! Il problema principale era soprattutto lo stile dell’autrice, che non incontrava esattamente il mio gusto: non che non sappia disegnare, anzi, ma non lo trovavo molto curato, e poi i personaggi mi sembravano uguali a quelli di altri suoi manga cui avevo dato un’occhiata in precedenza. Così l’ho mollato e non ci ho pensato più; col passare del tempo però sul web mi imbattevo in commenti sempre più entusiastici sul manga e anche tra le “colleghe” del forum di cui faccio parte riscuoteva grande successo, per cui ho deciso di concedergli un’altra possibilità... e non me ne sono pentita.


...Come volevasi dimostrare. XD
Honto Yajuu è diventata una delle mie storie yaoi preferite in assoluto. La “bestia” del titolo sarebbe Aki, e il perchè Tomoharu lo definisca così è presto detto: Aki è un vero e proprio ninfomane amante dei piaceri della carne! XD Prima di incontrare Tomoharu si è dato parecchio "da fare" – sia con uomini che con donne, per inciso – ma adesso che ha trovato quella che considera la sua anima gemella è deciso a non perdere più del tempo prezioso. E Tomoharu si ritrova trascinato dall’esuberanza di Aki e dalla sua vitalità contagiosa: le sue giornate tranquille spariscono in un attimo sostituite da un vero e proprio vortice di colpi di scena e pericoli di ogni tipo, perchè Aki è pur sempre uno Yakuza e ci saranno parecchi ostacoli da superare per i due piccioncini, in primis l’opposizione del padre di Aki alla scoperta che Tomoharu è un poliziotto. Ma fortunatamente i due sono l’uno più tosto dell’altro – lo stesso Tomoharu, sotto la scorza da bonaccione, nasconde una grinta e una decisione invidiabili: molto meglio non farselo nemico!

Honto Yajuu è anche un manga molto divertente; anzi, direi che è uno di quelli che mi fanno ridere di più! Il mio personaggio preferito, ovviamente, è Aki: a parte il suo straripante (LOL) appetito sessuale, possiede anche un orrido gusto per la moda che porta più volte Tomoharu a chiedersi come diavolo faccia a conciarsi così. E poi è esuberante, spaccone, spiritoso, ingenuo, tenerissimo... è davvero impossibile non adorarlo!

Accanto ai due personaggi principali abbiamo altri comprimari tutti ben caratterizzati: c’è Takihaze, fidato scagnozzo di Aki, ci sono i genitori di Aki (serio e autoritario il papà, spiritosa e un tantino sadica la mamma), Hidaka e Koyama, due adolescenti alle prese con i primi problemi di cuore che chiederanno aiuto ai Nostri, e per finire il sempai Yamase, collega di Tomoharu – gli ultimi tre, fra l’altro, sono stati protagonisti nei capitoli più recenti di due storie a loro dedicate.

I protagonisti principali restano comunque loro due, Aki e Tomoharu, e la loro storia d’amore che non esito a definire una delle più belle di tutto l’universo yaoi. In essa c’è proprio tutto: la passione, il romanticismo, la dolcezza, le incomprensioni normali in tutte le coppie e la voglia di superarle, il desiderio di costruirsi un futuro insieme all’altra persona. Tomoharu in particolare è uno dei seme più dolci che abbia mai incontrato in un manga yaoi: è innamoratissimo di Aki e ai suoi occhi c'è soltanto lui, lo definisce speciale, gli regala un anello... sì, avete capito bene: proprio un anello!


Cos’altro aggiungere? Questo manga non è consigliato, di più! Del resto lo sono un pò tutti i lavori di questa autrice... avrò modo di riparlare di lei, perciò stay tuned! ;)

Commenti

  1. Anche questo va recuperato allora! :P
    A volte le prime impressioni traggono in inganno >_< a me capitó la stessa identica cosa con angel sanctuary :)

    RispondiElimina
  2. P.s: dalla trama di questo manga, penso potrebbe piacerti Totally Captivated :) un manwha BL abbastanza carino che lessi tempo fa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra che tu abbia parecchie cosette da recuperare, amica mia...dovrai metterti d'impegno! XD
      Conosco già Totally Captivated ^^ è praticamente l'unico manwha bl che mi sia piaciuto (anche se un po' lunghetto, eh) e prima o poi ne parlerò di certo sul blog!

      Elimina

Posta un commento

Un commento è sempre gradito! ;)

Post popolari in questo blog

Stroncature: Boku no Pico

YataMomo

Coffee BL Manga Tag